Obiettivo

Il bando intende agevolare investimenti da realizzarsi nel territorio della Regione Sicilia, da parte delle imprese artigiane, finalizzati a migliorare la competitività, favorendo l’introduzione di soluzioni innovative e migliorando le strategie commerciali.

Dotazione finanziaria

L’ammontare delle risorse disponibili pari ad EURO 34.000.000,00. Le risorse finanziarie potranno essere incrementate con apposito provvedimento dell’Amministrazione regionale.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le imprese artigiane, attive, aventi sede operativa in Sicilia, classificate come microimprese.

Alla data di presentazione e di erogazione, le imprese devono inoltre:

  • Avere, al 31 dicembre 2019, un numero di addetti (ULA) non superiore a 5 ed utili netti non superiori ad € 30.000,00, risultanti dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale presentata (nel caso di imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2019, da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione);
  • Non trovarsi in una delle condizioni di difficoltà;
  • Trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di liquidazione o scioglimento e non essendo sottoposte a procedure di fallimento, liquidazione coatta amministrativa e amministrazione controllata;
  • Essere in regola con gli obblighi contributivi e previdenziali;

Intensità dell’agevolazione

L’agevolazione consiste in un finanziamento agevolato di intensità pari all’80% della spesa ammissibile e di un contributo a fondo perduto pari al 20% del finanziamento concesso fino ad un massimo di € 5.000,00.

(Esempio: Finanziamento agevolato pari ad € 25.000,00 e € 5.000,00 di fondo perduto)

Gli aiuti sono concessi nella forma di finanziamento a tasso agevolato di intensità pari all’80% della spesa ritenuta ammissibile e di contributi a fondo perduto di intensità pari al 20% del finanziamento concesso fino ad un massimo di euro 5.000,00.

L’ammortamento del finanziamento è commisurato all’importo concesso e alla sua destinazione ed ha una durata massima di 120 mesi di cui 12 di preammortamento.

Il rimborso avviene mediante addebiti diretti mensili sul conto corrente indicato dall’impresa nella domanda.

Il finanziamento è garantito dal privilegio sui beni oggetto di investimento e/o ipoteca da iscrivere sui laboratori oggetto di ristrutturazioni e/o manutenzioni edilizie.

Il tasso da applicare sul finanziamento è pari al 40% del tasso di riferimento (tasso base), vigente al momento dell’ammissione dell’agevolazione (cioè dalla data di delibera di concessione da parte del CdA Crias), maggiorato dei margini stabiliti dalla comunicazione della Commissione sulla revisione del metodo di fissazione dei tassi di riferimento e di autorizzazione. Il tasso si riduce al 30% nei casi di giovani imprenditori o società cooperative.

Investimenti e spese ammissibili

Il costo totale ammissibile del progetto non può essere inferiore ad € 10.000,00 e superiore a € 50.000,00. Tali importi devono intendersi IVA esclusa.

  1. Gli investimenti devono essere finalizzati a:
    • Incrementare la produzione;
    • Introdurre innovazioni di processo e/o di prodotto;
    • Introdurre innovazioni tecnologiche;
    • Fornire una formazione specialistica al personale;
  • Le spese ammissibili devono riguardare una delle seguenti tipologie:
    • Acquisto di macchinari, impianti, arredi, attrezzature nuovi di fabbrica, necessari al ciclo produttivo dell’impresa;
    • Ristrutturazione e manutenzione del laboratorio (migliorie del laboratorio, ristrutturazioni edilizie, restauro, manutenzione straordinaria, adeguamento locali alle misure anti-covid);
    • Acquisto di software, brevetti, licenze e soluzioni tecnologiche, necessarie allo svolgimento dell’attività;
    • Acquisti per la realizzazione e/o implementazione di strategie di marketing e azioni commerciali;
    • Formazione specialistica del personale.
  • Ai fini dell’ammissibilità delle spese, i beni devono soddisfare le seguenti condizioni:
    • Essere utilizzati esclusivamente nel laboratorio oggetto dell’investimento;
    • Essere considerati ammortizzabili e iscritti nel libro cespiti;
    • Non essere acquistati tramite locazione finanziaria e/o patto di riservato dominio;
    • Essere acquistati da terzi a condizioni di mercato, senza che l’acquirente sia in posizione tale da esercitare il controllo su venditori e viceversa, ovvero essere forniti all’impresa dai soci o dagli amministratori dell’impresa stessa o dai loro coniugi o parenti e affini entro il secondo grado;
    • Rimanere nella disponibilità dell’impresa per tutta la durata dell’ammortamento.
  • I singoli titoli di spesa devono essere di importo superiore ad € 500,00 (cinquecento/00).
  • L’avvio dei lavori per la realizzazione del progetto non può avere luogo prima della presentazione della domanda di agevolazione.
  • Sono considerate ammissibili le spese sostenute dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e concluse entro 12 mesi dalla data di ricezione della comunicazione del provvedimento di accoglimento.

Data di presentazione e scadenza

Dalle ore 11:00 del giorno 7 settembre 2021 e fino al raggiungimento di richieste per un importo pari al 125% della dotazione finanziaria.

Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci per usufruire della nostra consulenza finanziaria gratuita.

Torna alla home

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.